Riflessioni dall’Asia 3 – Autenticità vs. Originalità

“Nulla è originale. Ruba ovunque ciò che risuona con la tua inspirazione o alimenta la tua immaginazione.
Divora vecchi film, nuovi film, musica, libri, dipinti, fotografie, poesie, sogni, conversazioni casuali, architettura, ponti, segnali stradali, alberi, nuvole, corpi di acqua, luce e ombra. Seleziona solo quelle cose da cui rubare che parlano direttamente alla tua anima. Se lo fai il tuo lavoro (e furto) sarà autentico.
L’autenticità è inestimabile; l’originalità è inesistente.
E non ti preoccupare di nascondere la tua ruberia – celebrala invece se ne senti la voglia. In ogni caso, ricordati sempre di ciò che disse Jean-Luc Godard: ”Non è da dove prendi le cose – è dove le porti.“

Dal grande Jim Jarmush

Quando l’ho letta ha decisamente risuonato per me.
Mi sembra un bel manifesto della nostra era dove non si tratta tanto di scoprire cose nuove, ma di combinare in maniera nuova cose (prodotti, informazioni e tecnologie) già esistenti creando così nuovi sistemi utili, d’ispirazione, significativi e performanti.

Alla vostra autenticità!
Nicola

2 Responses to “Riflessioni dall’Asia 3 – Autenticità vs. Originalità”


  1. 1 Gian gennaio 23, 2009 alle 2:02 pm

    Che bella frase e che bella distinzione!

    Aggiungo un piccolo contributo che, spero, aiuti a comprendere il concetto di autenticità.
    Quando si parla di innovazione al giorno d’oggi può essere interessante recuperare un concetto proveniente, come molti altri, dalla biologia: exaptation. Non credo esista una traduzione italiana del termine, tuttavia l’exaptation avviene quando prendiamo (rubiamo – no originalità) un oggetto o una conoscenza o una idea applicata in un campo e la trasferiamo (autenticità) a un nuovo contesto totalmente slegato dal primo. Gli esempi che vi porto sono banalissimi e mostrano piccoli processi di exaptation. Quando una donna prende una penna per scrivere e la usa per raccogliere i capelli fa un processo di exaptation. Quando Nico ci fa vedere CSI per spiegarci dei concetti in aula. Il camel-back per gli sportivi. Questo processo avviene e sta venendo sempre di più anche nelle scienze, nei materiali e nelle tecnologie. Io personalmente credo che leggere, vedere, sperimentare e ascoltare con curiosità anche temi al di fuori del nostro interesse possa aiutarci a portare piccole innovazioni nella nostra vita e nel nostro lavoro.

  2. 2 Daria gennaio 23, 2009 alle 9:59 pm

    Nico qui mi sono un pò ingarbugliata…
    Perchè NULLA dovrebbe essere originale? nel momento in cui io con Autenticità rivedo per es. una tecnologia (e l’autenticità sta nel mio contributo e nella mia visione, MIO per l’appunto!) non contribuisco anche in termini di Originalità proprio per il valore aggiunto di ciò che sta in me e nelle mie idee solamente?!
    Ora passo e chiudo perchè sono cotta, ma ci rifletterò ancora perchè ll concetto non ha smesso di ronzare nella testa!
    Bacio della buona notte…D.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Blog Stats

  • 6,363 hits

Pagine

gennaio: 2009
L M M G V S D
« Dic   Mar »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: